03. Giorgio Valla

Georgio Valla placentino interprete. Hoc in volumine continentur […] Cleonidis musica […] Aristotelis poetica […]. – Venezia, Simone Bevilacqua, 30 settembre 1498, 35 x 22 cm., [3] 123 c.

L’umanista piacentino Giorgio Valla (1447-1500) fu il primo a studiare gli scritti dei teorici greci attingendo direttamente alle fonti senza passare attraverso la mediazione di Boezio. L'opera in questione contiene (unitamente ad altri testi) la sua interpretazione dell'Harmonicum introductorium di Cleonide e dell’Ars poetica di Aristotele. Il musicografo greco Cleonide vissuto nel II secolo d.C. dedica alla voce un intero capitolo dell'Harmonicum introductorium, nel quale distingue un movimento vocale "continuo" proprio del parlare e uno "diastematico" proprio del canto.

Collocazione: Bibl. Dottorato, Cas. 11