18. Pietro Mascagni

Iris, libretto di Luigi Illica. Riduzione per pianoforte solo di Carlo Carignani. Prima rappresentazione: Roma, Teatro Costanzi, novembre 1898. - Milano, Ricordi, copyright 1898, numero editoriale 102182, timbro a secco 2.31 (febbraio 1931), 27,5 x 20 cm., 197 p.

La notorietà di Pietro Mascagni (1863-1945) è legata essenzialmente all’opera Cavalleria rusticana che riscosse un improvviso e clamoroso successo nel 1890. Con Iris del 1898 l’autore elabora un linguaggio più ricercato sia dal punto di vista armonico che della strumentazione. Il soggetto esotico costituisce una anticipazione di Madama Butterfly di Puccini (1904). Anche Iris è una sventurata fanciulla giapponese: rapita al vecchio padre dal tenutario di una casa di piacere ed esposta al pubblico si uccide gettandosi in un abisso. – La pregevole copertina, illustrata sia nella parte anteriore che in quella posteriore, è opera di Giovanni Mario Mataloni (1869-1944) del quale si vedono le iniziali «G. M.» in alto a sinistra. Il disegnatore nel 1898 approntò per l’editore Ricordi anche una serie di sei cartoline postali sull’opera. Un’altra serie di sei cartoline di Iris fu disegnata l’anno successivo da Adolfo Hohenstein (1854-?) che dal 1889 era disegnatore di manifesti e frontespizi della ditta Ricordi.

Collocazione: Bibl. Studi Umanistici, Sez. Musica (provenienza: Fondo Iraci)