10. Francesco Gasparini

L' armonico pratico al cimbalo. Regole, osservazioni, ed avvertimenti per ben suonare il basso, e accompagnare sopra il cimbalo, spinetta, ed organo di Francesco Gasparini lucchese, maestro di coro del Pio Ospedale della Pietà in Venezia, ed accademico Filarmonico. Dedicato all’illustrissimo, ed eccellentissimo signor Girolamo Ascanio Giustiniani nobile veneto. – Venezia, Antonio Bortoli, 1708, 22 x 16 cm., 118 p.

Si tratta della prima edizione del famoso trattato di Francesco Gasparini (1668-1727) che all’epoca era maestro di coro all’Ospedale della Pietà di Venezia avendo come “collega” Antonio Vivaldi. Il trattato, fondamentale per la conoscenza della pratica del basso continuo e della sua realizzazione, fu ristampato da Bortoli cinque volte: 1708, 1715, 1729, 1745, 1764. Ma anche a Bologna ci furono almeno quattro edizioni presso Silvani: nel 1713 e la quarta nel 1722. L’esemplare dell’Università di Perugia era di proprietà di un monaco olivetano, l’abate perugino Paolo Capra.

Collocazione: Bibl. Dottorato, XVII 4 49 (provenienza: «Ex lib. r.mi d. Pauli Capra ab. perus.»)