08. Margherita Costa

La chitarra della signora Margherita Costa romana, canzoniere amoroso dedicata al sereniss. Ferdinando II gran duca di Toscana. - Francoforte, Daniel Wastch, 1638, 25 x 18 cm., 584 p.

Margerita Costa, cantante e poetessa romana, fu attiva a Firenze, Torino e Parigi, oltre che nella città natale. La sua rivalità con un’altra cantante romana, Cecca del Padule, sembra che avesse ispirato l’opera di Domenico Mazzocchi La catena d’Adone (1626). Tra i suoi protettori ci furono Francesco Barberini, il cardinal Mazarino, Ferdinando II di Toscana, le madame reali di Savoia e la regina di Francia. Scrisse i libretti de La flora feconda (Firenze, 1640), de Gli amori della luna (Venezia, 1654) e della Festa reale per balletto a cavallo (Paris, 1647). La sua produzione letteraria comprende anche commedie, poemi (come la S. Cecilia) e varie raccolte di poesie i cui titoli alludono alla musica, come La chitarra che qui si espone, pubblicata nel 1638 e dedicata al granduca di Toscana come l’opera "gemella" Il violino.

Collocazione: Bibl. Dottorato, IV 1 20 (provenienza: «Ex libris Caroli Alexii»)