05. Vitruvio

Architettura con il suo commento et figure Vetruvio in volgar lingua raportato per M. Gianbatista Caporali di Perugia. – Perugia, nella stamparia del conte Iano Bigazzini, 1536, 28 x 21 cm., 131 c.

Dei dieci libri del De architectura di Vitruvio (I sec. a.C.) interessano la musica il V, che riguarda l’acustica dei teatri, e il X, contenente una descrizione dell’organo idraulico. La prima traduzione italiana dell’opera di Vitruvio, corredata da un commentario e da illustrazioni, uscì a Como nel 1521 ad opera dell’architetto milanese Cesare Cesariano. L'edizione del pittore perugino Cesare Caporali del 1536 si rifà all’edizione comasca con l’intento di presentare in maniera più semplice e comprensibile il contenuto dei primi cinque libri. Nella stampa perugina la musica è presente fin dal frontespizio, rappresentata dalla mano musicale e da un motivo musicale in notazione mensurale con evidente riferimento alla musica sia teorica che pratica. Il testo di Caporali, relativamente alla sezione musicale, differisce di poco da quello di Cesariano, ma aggiunge una terza figura che rappresenta la mano musicale.

Collocazione: Bibl. Dottorato, CINQ A II 2